Moof! Regalo di Natale anticipato

9 ottobre 2018 ore 17:43 | di | 8 commenti

Riparazione MacBook Pro 15

Il tasto della lettera “d” della tastiera del mio MacBook Pro 15” 2016 si è rotto da parte a parte, senza fare niente di particolare.

Fortunatamente il portatile è ancora nel secondo anno di garanzia, e così ho prenotato un appuntamento con l’assistenza tecnica del Genius Bar dell’Apple Store più vicino.

Il tecnico ha constatato la rottura del tasto, ed ha detto che andava cambiato, poi ha provato per alcuni minuti la tastiera è ha esclamato: “Fa un rumore orribile”, e quindi ha deciso che andava sostituita integralmente.

E insieme alla tastiera viene sostituita anche la batteria perché è incollata al scocca, batteria che dopo due anni aveva oltre 480 cicli di ricarica, quindi era quasi a metà vita  dal momento che secondo le specifiche fornite da Apple la durata della batteria del mio portatile è di 1.000 cicli.

Un regalo di Natale anticipato

Moof! è una rubrica di Spider-Mac in cui trovate brevi pensieri, URL cui andare per documentarvi meglio, un software da scaricare, insomma tante piccole cose che hanno sempre a che fare con il mondo Apple, ma raccontate in un articolo “leggero” che può essere uno spunto di riflessione o di polemica, una provocazione.

Approfondimenti: , ,

Argomento: Mac, Moof!

Commenti (8)

RSS commenti

  1. Giorgio ha detto:

    Anche per me una storia simile. Schermo con la protezione antiriflesso saltato in alcuni punti. Sostituzione dello schermo, batterie e visto che c’erano anche la tastiera! Apple store piazza Liberty. Troppo forte mamma Apple!

    • lullo ha detto:

      posso chiederti il perché della sostituzione anche della batteria e tastiera? che modello era?

      • Giorgio ha detto:

        Scusa ma leggo solo ora.
        Il mio è un 13″, 2016, 4 tunderbolt 3, touch bar
        La tastiera era una di quelle per le quali era previsto il richiamo in caso di blocco dei tasti.
        Ma la mia non ne soffriva in modo particolare.
        Dietro mio suggerimento, ho chiesto di valutare l’opportunità di sostituirla.
        Evidentemente i test fatti hanno verificato che era il caso.

        Ciao

  2. Ugo Fonzar ha detto:

    Idem questa estate per incastro tasti :))

  3. MelaVerde ha detto:

    a me viene da ridere quando leggo quelli che vogliono la famosa “possibilità di riparazione”, mi pare sia la stessa Apple a darsi la “zappa sui piedi” se un suo prodotto ha bisogno di sostituzioni in blocco di varie parti, quindi di certo non lo fanno per risparmiare.

    Altri marchi avrebbero preso il computer, tenuto per 3 mesi, cambiata solo la lettera D, rimandato più sporco di prima con ditate e tutto. E questo in caso di fortuna in cui la riparazione avvenga davvero, sinceramente infatti ho usufruito della garanzia per quelle 6-7 volte (moltissime volte ho lasciato perdere perché non valeva la candela) e devo dire che forse l’oggetto era stato riparato solo 1-2 volte mentre le altre rigettato dichiarandolo completamente funzionante e altre dichiarato riparato quando invece il problema si presentava sempre.

  4. Tonino ha detto:

    Evvai, qua si parla già del Natale, e a me il Natale mi rende felice, soprattutto nei giorni che lo precedono, i preparativi, i viaggi in città in giro per le bancarelle e… insomma: viva il Natale. A proposito di tastiera, volevo chiedere a Stefano consigli su una tastiera di un MacBook del 2010 di mia sorella, che, (probabilmente), a causa dell’acqua che accidentalmente sarebbe penetrata all’interno della tastiera, il tasto chiocciola e un tasto di una lettera accentata, non funzionano più. Avresti suggerimenti per la riparazione o alternative per usare i due tasti non funzionanti, magari con una tastiera virtuale? Grazie

  5. Giovanni Faraone ha detto:

    MacBook pro retina 13″ early 2015, in copertura estesa con un noto reseller delle Marche e centro Italia, porta Thunderbolt malfunzionante.
    Cambiata la scheda logica e tutto il top case (batteria con 380 cicli, tastiera e trackpad inclusi). Poi, già che c’erano, hanno cambiato anche il monitor perché aveva un problema con il trattamento antiriflesso (non me ne ero mai accorto).
    In buona sostanza mi hanno restituito un “attrezzo nuovo”.
    Poi mi chiedono perché sono 28 anni che utilizzo solo prodotti della Mela Morsicata?
    Perché non c’è storia, e non si tratta di essere fan, ma di aver testato, in questa ed in altre occasioni, la affidabilità che è ritengo necessario trovare in prodotti con i quali lavoro quotidianamente.

Aggiungi un commento