Moof! Perchè venerdì 13 porta sfortuna nel lato oscuro dell’informatica

| 14 gennaio 2019 | 3 commenti

Friday13thIl 13 gennaio 1989, esattamente 30 anni fa, il virus “Venerdì 13” (Friday the 13th) colpisce centinaia di computer IBM in Gran Bretagna. Si tratta di uno dei più famosi primi esempi di virus informatico, il primo di cui si occuparono diffusamente i giornali e altri media dell’epoca. A distanza di trent’anni, Microsoft ancora non è riuscita a sviluppare una soluzione per impedire ai virus di infettare i PC del lato oscuro dell’informatico. 

Moof! è una rubrica di Spider-Mac in cui trovate brevi pensieri, URL cui andare per documentarvi meglio, un software da scaricare, insomma tante piccole cose che hanno sempre a che fare con il mondo Apple, ma raccontate in un articolo “leggero” che può essere uno spunto di riflessione o di polemica, una provocazione.

Tag: ,

Argomento: Moof!

Commenti (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

    • Stefano Donadio ha detto:

      La notizia è riportata male. Non è un virus, e neppure un malware, è una applicazione che si finge Antivirus per Mac, dopo averla installata avvisa di aver trovato dei virus e che bisogna acquistare una licenza o qualcosa del genere. Non si può parlare neppure di infezione.

Aggiungi un commento