Moof! Figli di un dio musicale minore

14 marzo 2019 ore 10:58 | di | 4 commenti

Apple Music logo coloratoDa oggi, gli utenti americani abbonati ad Apple Music possono ascoltare la musica in streaming anche dal proprio televisore collegato ad un dispositivo Amazon Fire TV (incluso il modello “stick”). Grazie ad Alexa, l’assistente digitale intelligente di Amazon, è possibile avviare la riproduzione di una playlist e dei brani musicali preferiti semplicemente con dei comandi vocali.

Questa mossa segue quella dello scorso novembre, quando Cupertino e Amazon si sono accordati per rendere compatibile Apple Music con gli altoparlanti intelligenti della serie Echo, ma sempre e solo per gli utenti che risiedono in America.

Apple Music compatibile con dispositivi di terze parti fa parte della nuova strategia di Cupertino che punta a rendere il suo servizio di streaming musicale disponibile su più piattaforme, e quindi raggiungere il maggior numero possibile di utenti, ma francamente non si riesce a capire perchè limitare questa possibilità al solo mercato degli Stati Uniti.

Moof! è una rubrica di Spider-Mac in cui trovate brevi pensieri, URL cui andare per documentarvi meglio, un software da scaricare, insomma tante piccole cose che hanno sempre a che fare con il mondo Apple, ma raccontate in un articolo “leggero” che può essere uno spunto di riflessione o di polemica, una provocazione.

Approfondimenti: , ,

Argomento: iTunes, Moof!

Commenti (4)

RSS commenti

  1. Alessandro ha detto:

    In effetti non si capisce perchè limitare il tutto solo agli USA. Amazon ha già tutte le licenze, idem Apple.

  2. cbdj79 ha detto:

    Francamente mi sto rompendo di aspettare … aspettando integrazioni che non arrivano, la prima di tutte con i dispositivi Alexa Echo, sto meditando di passare a Spotify Premium in modo da avere più flessibilità, ocon quest’ultimo inoltre si possono ascoltare i brani anche su app terze (per esempio Djay pro) cosa che con Apple Music non è possibile con nessun altra app.
    Cosa aspetto quindi a passare a Spotify? L’interfaccia di Apple Music mi piace di più e le playlist da strasbordare… troppa fatica…
    Mi spiace essere sempre polemico… adoro i prodotti Apple ma molto della loro politica commerciale mi fa proprio rabbia …

  3. powertheking ha detto:

    Uso entrambi i servizi. Preferisco Apple Music in particolare per avere in un unica libreria tutta la musica anche dischi acquistati etc. comunque per trasportare le playlist ti consiglio di provare Stamp. Funziona bene

Aggiungi un commento