Indispensabili: FreeSpace

18 marzo 2019 ore 11:49 | di | 3 commenti

FreeSpace

Per via della crescente popolarità delle unità a stato solido (SSD), con la loro capacità di archiviazione limitata soprattutto sui portatili; e l’aumento vertiginoso dell’uso dei file multimediali, a volte sembra essere tornati ai tempi in cui bisognava stare attenti allo spazio libero del proprio hard disk.

In quest’ottica, può tornare molto utile FreeSpace (€3,49) , una applicazione che visualizza direttamente nella barra dei menu lo spazio libero dell’hard disk di avvio, con un menu a discesa che mostra lo spazio disponibile su ogni altro volume montato, organizzato per tipologia (interno, esterno, rete, immagine disco, e così via). Inoltre, FreeSpace consente un rapido accesso a qualsiasi volume montato, è sufficiente selezionarlo dal menu per aprirlo nel Finder, ed offre anche un semplice sistema per smontare i volumi connessi grazie al piccolo pulsante di espulsione accanto ad ogni elemento elencato nel menu. Da notare che quando si espelle un volume, l’icona di FreeSpace lampeggia per far sapere quando il volume è stato smontato con successo. E c’è anche un comando Eject All per espellere tutti i volumi contemporaneamente.

Notifica

Ma le potenzialità di FreeSpace non finiscono qui. Ad esempio, se un’unità collegata è divisa in più partizioni, con opzione (alt) + click su qualsiasi partizione si può smontare solo quella partizione, lasciando le altre montate sul desktop. Ho anche notato che a differenza di alcune utility che permettono di controllare lo spazio, FreeSpace evidenzia automaticamente qualsiasi unità con meno del 10% di spazio libero (questa percentuale si può personalizzare nelle preferenze). È anche possibile scegliere di ricevere una notifica quando una unità scende al di sotto della percalle minima di spazio libero.

FreeSpace consente anche di scegliere un qualsiasi volume interno direttamente dal menu a discesa dell’icona nella barra dei menu, basta spostare il mouse a sinistra del nome del volume e fare click per mettere il segno si spunta.

Ci sono anche una serie di opzioni per stabilire cosa deve apparire nella barra dei menu: è possibile visualizzare solo l’icona di un disco o l’icona più lo spazio libero disponibile, e per quest’ultima, è possibile scegliere se visualizzare lo spazio libero come un intero o con 1, 2 o 3 cifre decimali, e se visualizzare o meno le unità (KB, MB, GB o TB).

Dal menu si possono anche espellere le unità interne (tranne il volume di avvio, ovviamente)  e ordinare i volumi all’interno dei gruppi in base al nome, lo spazio libero, o il tempo di montaggio.

Condivisioni di rete multiple su un singolo server o host sono ora raggruppati nel menu, e se un disco ha più partizioni, spostando il puntatore sul pulsante di espulsione una qualsiasi partizione evidenzia i pulsanti di espulsione per tutte quelle partizioni, rendendo chiaro quali volumi fanno parte della stessa unità.

FreeSpace è la mia utility preferita per tenere d’occhio lo spazio libero su disco, così come per accedere rapidamente e smontare volumi.

Nella sezione Indispensabili di SPIDER-MAC vengono archiviati gli articoli relativi ai migliori software e hardware “low-cost”, cioè che si distinguono per l’ottima qualità a fronte di un prezzo contenuto.

Approfondimenti: , , ,

Argomento: Indispensabili Mac

Commenti (3)

RSS commenti

  1. Luca ha detto:

    Presa al volo, ottima app Stefano! Peccato un po’ grandi i numeri e l’icona…

  2. Tonino ha detto:

    Ottimo. Questo lo prendo. Grazie per la segnalazione 😊

    • Tonino ha detto:

      Ops, ho scritto questo anziché questa (riferendomi all’applicazione). Purtroppo una volta inviato il commento non si può più correggere. Pardon.

Aggiungi un commento