Presentata Apple TV+ il servizio video in abbonamento Netflix-killer

25 marzo 2019 ore 20:20 | di | 8 commenti

Apple introduces apple tv plus 03252019

Apple TV+ è il nome della nuova piattaforma che da quest’autunno permetterà di accedere a film, documentari, serie e programmi creati dai migliori talenti del cinema e della TV in oltre 100 Paesi.

Il servizio di video in abbonamento di Apple, che chiaramente entra in competizione con Netflix & C. avrà una programmazione inedita, realizzata in collaborazione con star internazionali come Oprah Winfrey, Steven Spielberg, Jennifer Aniston, Reese Witherspoon, Octavia Spencer, J.J. Abrams, Jason Momoa, M. Night Shyamalan, Jon M. Chu e molti altri. Gli abbonati scopriranno contenuti originali e appassionanti, con storie avvincenti e personaggi indimenticabili. On demand, senza pubblicità e direttamente dall’app Apple TV.

Tim cook Oprah Winfrey

“È un grande onore che i più grandi talenti del cinema e della televisione, sia quelli che stanno davanti alla telecamera, sia quelli che stanno dietro, siano in arrivo su Apple TV+” ha dichiarato Eddy Cue, Senior Vice President of Internet Software and Services di Apple. “Siamo felici di offrire agli spettatori un’anteprima di Apple TV+ e non vediamo l’ora che possano accedervi a partire da quest’autunno. Apple TV+ ospiterà contenuti originali di altissima qualità, tra i migliori mai visti al cinema e in TV.”

Apple tv plus canali

Contemporaneamente, Apple ha presentato anche la nuova app Apple TV e gli Apple TV Channels, in arrivo a maggio di quest’anno (Italia esclusa). Tutti i modi per guardare film, serie, sport, notizie e altro ancora sono ora riuniti in un’unica app per iPhone, iPad, Apple TV, Mac, smart TV e dispositivi per lo streaming.

Apple tv channels

Abbonandosi ai nuovi Apple TV Channels, tra cui HBO, SHOWTIME e  Starz, gli utenti pagheranno solo i servizi che desiderano e potranno guardare tutto on demand, anche offline, con una qualità video e audio incredibile. Inoltre, potranno vedere sport, news e canali satellitari, e persino acquistare o noleggiare film e programmi da iTunes: tutto direttamente dall’app Apple TV, nuova e personalizzata. 

Apple TV puls

A partire da maggio, gli utenti americani e canadesi potranno abbonarsi ai propri canali preferiti, scegliendoli tra gli Apple TV Channels, e guardarli nell’app Apple TV, senza bisogno di app, password e account aggiuntivi. Oltre a celebri canali come HBO, Starz, SHOWTIME, CBS All Access, Smithsonian Channel, EPIX, Tastemade e Noggin, gli Apple TV Channels includeranno nuovi servizi come MTV Hits, e se ne aggiungeranno altri da tutto il mondo.

La nuova app Apple TV impara a conoscere gli interessi degli utenti per offrire un’esperienza personalizzata e sicura. Consiglia film e programmi da oltre 150 app di streaming, fra cui Amazon Prime e Hulu, e servizi di pay tv come Canal+, Charter Spectrum, DIRECT NOW e PlayStation Vue. Optimum e Suddenlink di Altice saranno disponibili entro la fine dell’anno.
Inoltre, dall’app Apple TV sarà possibile acquistare o noleggiare film e programmi, scegliendo fra centinaia di migliaia di titoli disponibili sull’iTunes Store.

Approfondimenti: ,

Argomento: iTunes

Commenti (8)

RSS commenti

  1. Sauro ha detto:

    E in Italia/Europa????

    • Stefano Donadio ha detto:

      Alcune cose dovrebbero arrivare sicuramente anche in Italia, se non altro perchè a differenza dell’Apple Card e di Apple News+, sul sito italiano Apple viene dato ampio spazio ad Apple TV+

  2. Xopotl ha detto:

    Non credo che Apple sarà il Netflix killer. Anzi, ho qualche dubbio che potrebbe decollare qui in Europa. Mi sa che quello che offre è un po’ troppo una “americanata”. Io, per il momento, rimango con netflix.

    • Ivan ha detto:

      Oddio, non è Netflix sia un servizio europeo, sempre “americanata” è…

      • archiclaud ha detto:

        esatto; dopo un po’ crediamo che le americanate non sono più americanate

      • xopotl ha detto:

        Non sono d’accordo. Netflix è in mano agli americani ma io vedo tanti film, serie,… prodotto in Europa, Italia inclusa. Ma anche Spagna, Inghilterra e addirittura il piccolo Belgio.

        • LucaS ha detto:

          Se ricordo bene c’è una legge che obbliga a produrre qualcosa nei vari paesi, o era in progetto.
          Netflix forse si è mossa per quello.

    • Stefano Donadio ha detto:

      Scusate ma se per “americanata” intendete la definizione che da la Treccani, secondo me non c’è motivo di definire così il servizio di Apple perchè offre contenuti di alta qualità.

      americanata s. f. [der. di americano]. – Azione da americano; per lo più scherz., riferito a cosa o impresa eccentrica, sorprendente, esagerata e talvolta un po’ pacchiana, in base all’immagine stereotipata dei modi e delle manifestazioni in uso negli Stati Uniti d’America.

Aggiungi un commento