Apple annuncia che non produrrà l’AirPower

| 29 marzo 2019 | 32 commenti

AirPower

“Dopo molti sforzi, abbiamo deciso che AirPower non avrebbe raggiunto i nostri elevati standard di qualità ed abbiamo quindi annullato il progetto. Ci scusiamo con i clienti, che lo attendevano in maniera partecipata. Ma il futuro sarà wireless e noi lavoreremo per far progredire questa l’esperienza.” con questo comunicato di Dan Riccio, senior vp Apple per l’hardware, è calato il sipario sul “rivoluzionario” tappetino di ricarica senza file che avrebbe dovuto permette di ricaricare contemporaneamente iPhone, Apple Watch e AirPods.

L’AirPower era stato annunciato nel corso del Keynote del WWDC del giugno 2017, ed inizialmente il lancio sul mercato era previsto per il mese di settembre dello stesso anno insieme all’iPhone X. Poi è stato posticipato più volte, perchè gli ingegneri hardware di Cupertino avevano incontrato diverse difficoltà. Secondo i rumor più accreditati, ad un certo punto l’AirPower è stato addirittura riprogettato da zero, e i problemi sembravo risolti tanto che stando ad alcuni giornali dell’estremo oriente la produzione era iniziata a gennaio di quest’anno, mentre il lancio sarebbe dovuto avvenire entro la fine di questo mese.

Tag: , ,

Argomento: Senza categoria

Commenti (32)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Ciaoiphone4 ha detto:

    Possibile che sia un pesce d’aprile da parte di apple per far parlare del prodotto e rilasciarlo regolarmente lunedì 1 aprile, giorno di fondazione di apple ?

    • Vincenzo ha detto:

      No troppi interessi economici in gioco per fare una dichiarazione del genere ed essere poi falsa. Sono certo che c’è però un gruppo di persone che lavora costantemente ad un nuovo progetto sulla ricarica wireless. Questa volta però verrà annunciato solo quando sarà pronto per essere commercializzato.

  2. Matt ha detto:

    In effetti non escluderei l’ipotesi dello scherzo da primo aprile. Fare uscire un packaging, parlo delle AirPods, solo qualche giorno fa, con enfatizzato un prodotto che subito dopo viene annunciato come indisponibile, mi sembra un po’ strano.
    PS. Come promesso vi aggiorno sul tentativo, alcune settimane or sono, di provare una vaschetta “cinese” con doppia sim fisica sul mio Max, e, non funziona. purtroppo.

  3. linx ha detto:

    ma dai quale pesce d’aprile… hanno failato, stop.
    capita anche a loro è

  4. Roberto ha detto:

    Amazon é piena di basi di ricarica wireless che fanno quello che AirPower avrebbe dovuto fare, e costano anche meno di 35€.

  5. Tonino ha detto:

    Era chiaro sin dall’inizio (almeno per me), e non mi ha mai entusiasmato perché sapevo che era una tecnologia che non poteva funzionare. Forse tra qualche decennio… chissà.

  6. Carlo 59 ha detto:

    Ne che uno si ammazza se non arriva la ricarica wi-fi Apple, gli ingegneri concentrino gli sforzi per progettare prodotti più importanti.. i Mac Pro, nuovi iiMac totalmente ridisegnati, proporre ancora macchine con hardisk meccanici o fuosion-drive credo che sia quello che non vogliono i vecchi utenti Apple..io identifico la apple per i computer !!

    • Barbarroja ha detto:

      Apple non è più solo computers dai tempi di Steve. Quindi…

      • Carlo 59 ha detto:

        ….Quindi se ci fosse stato Jobs vivo non credo avrebbe fatto questa figuraccia, non ricordo che abbia mai presentato un prodotto per poi cancellarlo ed il venerdì presenti gli AirPod 2 con custodia wireless…come minimo avrebbe scorticato vivi gli ingegneri!

        • MelaV ha detto:

          Steve Jobs ha fatto di peggio, ha rilasciato servizi e prodotti fallimentari o comunque pieni di difetti e problemi pur di farli uscire per forza. I dischi meccanici sono ottimi per un desktop visto che sono praticamente eterni, non esiste solo la velocità, l’ssd ha tanti difetti quando si gestiscono molti file, di grandi dimensioni e con uno storage sempre pieno. Ripeto l’ssd è più veloce, ma nell’avvio del computer e nella prima apertura del programma, per il resto non apporta pregi in fatto di velocità. Ti lamenti dei dischi meccanici e poi banalmente ti preoccupi del design (ancora attualissimo) di un computer desktop all in one?

          • Carlo 59 ha detto:

            Capisco essere fanboy sfegatati..scrivete che Jobs ha fatto peggio rilasciando servizi e prodotti fallimentari e pieni di difetti ce ne vuole! Dire che gli hard-disk meccanici siano eterni mi sembra una gran… a me sul iMac 27 me ne hanno cambiati due a distanza di un anno perché si sono rotti mentre nel portatile ho un evo 840 sansumg da 500gb che dal 2013 fa il suo sporco lavoro senza il trim abilitato..! Sarà un caso…

  7. Carlo 59 ha detto:

    “wireless”

  8. Vincenzo ha detto:

    Ho preso la versione della Zens dual+watch mi sembra un ottima soluzione per ricaricare tutti e tre contemporaneamente. L’ho pagata 75 euro su Amazon venditore Apple Reseller (iva scaricabile con partita iva). Vi dirò come mi trovo.

  9. davide ha detto:

    Per chi dice che il prezzo sarebbe stato eccessivo ( senza nemmeno conoscerlo ), ricordo che su amazon ci sono basette che costano 150 euro, e che permettono la ricarica di due dispositivi ( non mi ricordo se addirittura 3 ), perciò conoscendo la qualità e lo studio dei prodotti apple, non vedo perché sarebbe dovuta costare meno. Rimane il fatto, che fare dichiarazioni anzitempo su un prodotto che poi effettivamente non esce, beh, è un po da azienda apprendista, non da apple. Ricordo che apple stessa è stata fondata il 1 aprile se non erro, non vorrei che per quei giorni di colpo venisse poi rilasciata davvero. ho dubbi perche è una azienda quotata in borsa, ma mi sembra tutto troppo fumoso… magari mi sbaglio.

  10. Gianluca (aka Sinoue) ha detto:

    A me dell’AirPower interessa men che meno. Tutti i siti però hanno abboccato giacché nessuno ha effettivamente verificato la fonte.
    Sarà il caso di dire buon pesce d’aprile?
    Magari a breve la notizia in rete sarà “come può una società quotata in borsa far girare tali notizie”? Si ma in effetti non lo ha fatto, dov’è quest’email di Dan Riccio?
    Oggi è il giorno di fondazione di Apple, auguri!

    • Stefano Donadio ha detto:

      La fonte è stata controllata, è di primissimo piano: una dichiarazione del dirigente Apple a Matthew Panzarino, Editor-in-Chief+ di TechCrunch.

      Poi, il pesce d’aprile si fa il 1° aprile, non tre giorni prima.

      IL giorno di fondazione di Apple è il 1° aprile, oggi è il 31 marzo.

      • Gianluca (aka Sinoue) ha detto:

        Ok pensavo fosse già il 1 aprile 😅 però tutto il caso si basa sulle sole parole di Panzarino ed una volta si parla di un’email di Dan Riccio ed un’altra di dichiarazioni.
        Non mi riferisco a Te Stefano, parlo in generale.

        • Stefano Donadio ha detto:

          Una dichiarazione può essere resa a voce oppure per email. Panzarino ha una reputazione, e sarebbe un folle ad organizzare un pesce d’aprile per altro in anticipo citando come fonte Dan Riccio perchè Apple sarebbe intervenuta a smentire oltre a fare causa a Panzarino, a meno che Apple non sia coinvolta in prima persona nell’organizzazione nel pesce d’aprile e domani, 1° aprile, lancia l’AirPower.

  11. Vale ha detto:

    Una gran brutta figura

    • Vincenzo ha detto:

      Secondo me la sfida più difficile era ricaricare iPhone (o Airpods) ed Apple Watch utilizzando la stessa bobina di ricarica. Sicuramente erano riusciti a superare questa difficoltà.

Aggiungi un commento