Il mistero dello spazio libero perduto su Mac

| 28 giugno 2019 | 2 commenti

Dopo un aggiornamento di sistema potrebbe verificarsi una “misteriosa” perdita di spazio libero disponibile. Ad esempio, via email il lettore Andrea segnala:

“Sul mio MacBook Pro fine 2013 con macOS Mojave 10.14.4, lo spazio disponibile su disco è passato da 230GB a 183GB dopo aver installato l’update macOS 10.14.5. Ho lanciato Utility Disco per effettuare una verifica, ma non vi sono errori sull’hard disk. C’è una spiegazione a questo mistero?”

Generalmente, questo tipo di problema è causato da un banale errore di segnalazione dello spazio occupato. Per risolverlo bisogna prima effettuare questa verifica:

1. Selezionate /Informazioni su questo Mac, e poi la scheda Archivio che mostra tutte le unità collegate al Mac, specificando per ognuna lo spazio libero e quello occupato.

Spazio occupato

2. Dal Finder, selezionate l’hard disk quindi scegliere File/Informazioni (oppure premete la combinazione ⌘-I). La sezione “Generali” mostra lo spazio utilizzato e quello disponibile. La parte inferiore di ogni finestra del Finder con la barra di stato attivata (Visualizza/Mostra barra di stato) mostra lo spazio di archiviazione rimanente del volume a cui la finestra appartiene.

Barra Finder spazio disponibile

3. Via Terminale, digitate df -h ed otterrete un riassunto di ogni volume diviso in colonne: size (dimensione), used (utilizzato), Avail (disponibile).

Terminale spazio libero

Se almeno uno di questi dati non è coerente con gli altri, il colpevole è Spotlight. Infatti, Apple si basa su Spotlight per calcolare lo spazio libero rimanete sul disco d’avvio.

Per risolvere il problema è sufficiente reindicizzare Spotlight seguendo questa procedura: in Preferenze di Sistema/Spotlight, click su Privacy e poi sul pulsante più (+), quindi aggiungete l’hard disk. Non rimane che attendere cinque minuti, e sempre dal pannello Privacy selezionate con un click il disco e poi il pulsante meno (-). Spotlight indicizzerà l’hard disk da zero.

Preferenze di Sistema001

Se tutti i numeri sono uguali, il responsabile potrebbe essere la cache temporanea, che in alcuni casi può occupare anche diverse decine di gigabyte. Riavviando il Mac, la cache viene eliminata e si riacquista lo spazio disponibile. In alternativa si può utilizzare l’ottimo OnyX (freeware) selezionando dal pannello Automatizza le azioni che vedete spuntate nella schermata qui sotto.

Nelle due immagine sotto, il prima e il dopo l’operazione di pulizia con OnyX. Tuttavia, il problema dello spazio occupato dalla che si può ripresentarsi nel tempo.

Cache primaCache dopo

Tag: , ,

Argomento: Mac

Commenti (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giorgio ha detto:

    Ho un problema simile. l’HD tramite il comando informazioni mi risulta pesante 1,2TB, per curiosità ho controllato la cartella utente che risulta 1,4TB, cosa impossibile, ho provato alcune volte ed il risultato non cambia, Mentre sia con Daisy e whatsize invece mi danno le dimensioni giuste, ovvero 1,1TB. Grazie

Aggiungi un commento