Moof! One More Thing

| 8 luglio 2019 | 0 commenti

One more thing steve jobs

Steve Jobs non è stato un imprenditore comune, ed oltre che per le sue idee visionarie, è ricordato anche per le indubbie capacità di “venditore” o se preferite di marketing.

Tra quest’ultime, una delle sue più apprezzate ed efficaci tecniche è stata quella del “One more thing”, che ricordava un po’ quella utilizzata dal Tenente Colombo (Peter Falk) nella famosa serie televisiva degli anni ’70.

Proprio come Peter Falk, che un attimo prima di congedarsi dal suo interlocutore (generalmente l’assassino), tornava indietro per chiedere “una ultima cosa”, apparentemente insignificante ma in realtà decisiva per l’indagine, così Steve Jobs quando oramai sembrava aver finito con il suo Keynote, si fermava per annunciare un’ultima novità che stupiva i partecipanti.

Tra i più famosi prodotti Apple annunciati con il “One more thing” vanno ricordati il Power Mac G4 Cube , la tecnologia e le basi Airport, l’iMac G4, il PowerBook 12″, iTunes per Windows, il Power Mac G5, il MacBook Air, l’iPod shuffle, e il primo MacBook Pro.

Ma, Steve Jobs non ha utilizzato il “One more thing” solo per presentare una novità hardware o software. Infatti, la prima volta che ha fatto ricorso a questa tecnica è stato alla fine del MacWorld del 1998 per far sapere alla platea che, dopo un lungo periodo di risultati finanziari in rosso, i conti di Apple erano finalmente tornati in nero.

Onemorething macworld98

L’anno successivo, sempre in occasione nell’annuale MacWorld di gennaio, Steve Jobs utilizzò il “One More Thing” per annunciare  gli iMac “5 Favors” che oltre ad essere disponibili in 5 colori differenti, grazie al processore Motorola G3 333MHz erano nettamente più veloci rispetto all’iMac “Bondi Blue” presentato a maggio dell’anno prima.

Probabilmente il “One more thing” più memorabile fu quello del 2000 quando Steve Jobs annunciò “un’ultima piccola cosa, una cosa breve”: per la prima volta avrebbe ricoperto il ruolo di CEO di Apple. 

Interim ceo 2000

L’ultimo “One more thing” di Jobs è quello del Keynote della conferenza WWDC del 2011 riservata agli sviluppatori, con il quale annunciò il servizio iTunes Match.

Alle fine dello Special Event del 9 settembre 2014, Tim Cook ha annunciato l’Apple Watch con il “One more thing”, in omaggio proprio a Steve Jobs.

Un’ultima cosa… in occasione del Macworld del 2009, l’ultimo prima dell’avvento degli Apple Special Event, l’arrivo della musica senza DRM su iTunes Music Store fu annunciato con il One More Thing, ma il Keynote fu presentato da Phil Schiller. 

Moof! è una rubrica di Spider-Mac in cui trovate brevi pensieri, URL cui andare per documentarvi meglio, un software da scaricare, insomma tante piccole cose che hanno sempre a che fare con il mondo Apple, ma raccontate in un articolo “leggero” che può essere uno spunto di riflessione o di polemica, una provocazione. 

Tag:

Argomento: Moof!

Aggiungi un commento