Cuphead per Mac: strani personaggi, incredibili animazioni e tanto divertimento

| 8 agosto 2019 | 0 commenti

Cuphead per Mac

Se nei programmi di questa calda estate avete incluso di concedervi anche qualche ora di sano e spensierato divertimento videoludico, e se non ci avete mai giocato, allora vale la pena investire €20 in Cuphead, lo  sparatutto 2D moderno dalla grafica e dal suono di altissimo livello che ha spopolato sulle piattaforme Windows e Xbox One quando è stato lanciato nel 2017 (per Mac è arrivato l’anno successivo).

A volte, dopo una battaglia, potreste ottenere un giudizio insufficiente, ma superare un livello in Cuphead, vi farà comunque sentire eroici.

Sconfiggere i nemici può essere un compito lungo ed estenuante, ma l’euforia per avercela fatta vi ripagherà ampiamente. Del resto, quando si viene colpiti non è colpa del gioco e nonostante tutti gli sforzi profusi dovrete incolpare solo i vostri riflessi. Fin dal principio dovrete affrontare molte minacce e con soli tre punti vita il margine di errore è davvero ridotto, il che può essere frustrante quando si è costretti a ricominciare da capo proprio quando avevate iniziato a capire come affrontare gli attacchi avversari. Nonostante tutto, ricomincerete e sarà il segnale che Cuphead è riuscito a coinvolgervi.

Cuphead

Parte del merito va alla precisione dei controlli, a patto di usare un gamepad. Salti e attacchi avvengono con agilità, mentre parare i proiettili può sembrare difficile da principio, ma ogni volta che ci riuscirete riempirete una barra di energia da usare per una serie di colpi più potenti o per un irresistibile unico attacco spettacolare.

Questi semplici ingredienti sono usati per dare vita a una serie di battaglie. I classici Boss, oltre agli schemi di attacco specifici, hanno anche caratteristiche uniche, mentre altri vi obbligheranno a combattere in spazi molto ristretti. Alcuni elementi casuali contribuiscono poi alla varietà, impedendovi di imparare semplicemente a memoria le sequenze di movimento e attacco avversarie.

Poco tempo per pensare

Una gran parte del fascino di Cuphead sta nei bizzarri nemici. Non che ci sia molto tempo per apprezzare i dettagli, nemmeno le straordinarie animazioni realizzate a mano, dato che sarete troppo impegnati a sopravvivere. Anche la musica da big band d’epoca in sottofondo è magistrale. Cuphead è molto impegnativo e anche a livello di difficoltà medio la sfida sarà ardua. Generalmente il gioco è onesto, ma a volte sarete colpiti solo perché vi trovate in una posizione senza via d’uscita e l’insuccesso non sarà dipeso da voi. Non succede spesso, ma in un gioco come questo può essere snervante. Il bilanciamento tra divertimento e frustrazione è comunque accettabile per un gioco sviluppato con tanta cura.

Cuphead rivela infatti tutta la passione dei suoi autori in termini di grafica e originalità e per quanto difficile possa essere, un simile impegno merita tutta la vostra attenzione.

Requisiti di sistema

Le richieste di sistema sono molto basse, se si considerata che è richiesta una scheda grafica Intel HD Graphics 4000 in dotazione con Mac oramai un po’ datti. È richiesto almeno OS X 10.11, un processore Intel Core i5 o più veloce, 4 GB di RAM e 4 GB di spazio libero.

Tag: ,

Argomento: Giochi Mac

Aggiungi un commento