Apple Arcade a €5 al mese: addio vita sociale (aggiornato)

| 11 settembre 2019 | 4 commenti

Iphone2019 1530

Il Keynote dello Special Event “By innovation only” si aperto con Arcade, la piattaforma di gioco in abbonamento per iPhone, iPad, Apple TV e Mac. Per giocare con gli iniziali 100 giochi realizzati in esclusiva per il nuovo servizio da software house del calibro di Konami, Capcom e Annapurna Interactive, bisognerà spendere $4,99 al mese. Apple Arcade sarà disponibile in 150 Paesi a partire dal 19 settembre.

Cupertino non ha specificato il costo in Euro e neppure se l’Italia è inclusa nell’elenco delle Nazioni di “prima fascia”, ma è lecito pensare che lo sia e che il prezzo avverrà la consueta conversione 1:1, quindi Apple Arcade costerà poco meno di €5 mensilmente.

Iphone2019 1484

Con la possibilità di condividere in famiglia l’abbonamento, e vista la qualità dei giochi – nel corso dell’evento ne sono stati presentati tre che hanno impressionato il pubblico – in molti diranno addio alla vita sociale, ed io sono tra questi.

Sui dispositivi iOS ci sarà una sezione Arcade dedicata nell’App Store, e lo stesso vale per macOS Catalina.

Vi ricordo che iOS 13, iPadOS e macOS Catalina supportano nitidamente i controller della PlayStation 4 e della Xbox.

Apple Arcade Catalina

Aggiornamento delle ore 10:12: come segnalato dal lettore Vincenzo, sul sito italiano Apple sono apparse tutte le informazioni sull’abbonamento Apple Arcade.

Apple Arcade condizioni

Tag:

Argomento: Apple TV, iOS, Mac

Commenti (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Vincenzo ha detto:

    Il prezzo è stato pubblicato sul sito italiano di Apple:”€ 4,99/al mese dopo la prova gratuita. Senza vincoli. Al termine del periodo di prova, l’abbonamento si rinnova automaticamente salvo disdetta.”

  2. iPocio ha detto:

    Anche su TVOS supporta i controller della PlayStation 4 e della Xbox?

  3. danicanti ha detto:

    A mio parere, i giochi mostrati, hanno tutto l’aspetto di giochi freemium nelle meccaniche, e ho il sospetto che tale sarebbero stati se non fosse esistito Apple Arcade.

Aggiungi un commento