macOS Catalina: come effettuare una installazione pulita senza unità avviabile e perchè

| 8 ottobre 2019 | 23 commenti

Ci sono situazioni in cui è necessario effettuare una installazione pulita del sistema operativo, ad esempio perché si è rotto il disco di avvio che è stato sostituito con uno “vergine” oppure può capitare che il Mac non si riesca ad accedere alla scrivania del Mac, e non si ha una unità avviabile dell’installer di macOS Catalina o un altro Mac per poterla creare.

Fortunatamente, da quando è stato rilasciato Mac OS X 10.7 Lion, il primo sistema operativo per Mac distribuito come download digitale e non su supporto DVD, è possibile scaricare macOS direttamente dai server di Apple, occorre solo una buona connessione Internet. Questi i semplici passi da seguire:

1) Riavviate il Mac premendo premuti i tasti Opzione-Comando-R fino a quando viene visualizzata un’icona a forma di globo che gira.

Globo che gira

2. Selezionate Utility Disco dalla finestra delle utility di macOS Recovery, poi click su Continua.

Catalina senza unita avviabile

– Selezionate l’hard disk d’avvio nella barra laterale di Utility Disco, così come evidenziato nella schermata.

Inizializza

– click sul pulsante Inizializza in alto e inserite un nome per il disco, ad esempio “Macintosh HD”. In “Formato” selezionate Mac OS esteso (journaled) o APFS. Se disponibile la voce “Schema”, selezionate Mappa di partizione GUID.

– Click su Inizializza per avviare l’inizializzazione il disco.

Al termine, chiudete Utility Disco per tornare alla finestre delle utility.

3. Selezionate Reinstallazione macOS

Catalina reinstallazione

Configurazione nuovo Mac

Al termine dell’installazione, apparirà una schermata di configurazione con varie opzioni. Quale di queste scegliere dipende dal motivo che vi ha costretti ad effettuare una reinstallazione.

Reinstallazione per cambio disco avvio

Se la reinstallazione è una conseguenza della sostituzione del disco d’avvio, allora doverte selezionate la prima opzione: “Da un Mac, da un backup di Time Machine o da un disco di avvio”. In questo modo non solo verranno importati tutti i dati del precedente disco d’avvio, ma erediterete anche la cronologia del backup di Time Machine.

Importazione da backup

Reinstallazione per problemi

Se state reinstallando a causa di un problema dovete scegliere “Non trasferire informazioni adesso” perchè importando dal backup di Time Macine rischiate di importare anche il problema che vi ha costretti ad effettuare l’installazione pulita.

Mojave Non trasferire

Come recuperare selettivamente i file dal backup di Time Machine

Dopo aver selezionato Crea nuovo Mac e fornito i dati richiesti, si passa alla procedura per il trasferimento dei dati dal backup di Time Machine. Ci sono almeno due sistemi per copiare manualmente i file che vi interessano.

1. Sfoglia altri dischi di backup

Il primo passo è collegare l’hard disk del backup di Time Macine al Mac, quindi premete e tenete premuto il tasto Opzione (alt), cliccate sull’icona di Time Machine nella barra dei menu del Finder (se non c’è, andate in menu /Preferenze di Sistema/Time Machine e mettete il segno di spunta all’opzione “Mostra Time Machine nella barra dei menu”) e selezionate l’opzione “Sfoglia altri dischi di backup” come da foto a destra.

Sfoglia altri backup

Dalla successiva finestra di dialogo bisogna scegliere l’hard disk precedentemente collegato al computer, quindi si entrerà nella consueta schermata di Time Machine, con la “linea del tempo” sulla destra. Selezionando una cartella si potrà ripristinare il documento o libreria desiderata, ed eventualmente  “tornare indietro” con le date per recuperare un file modificato in una certo momento.

Sfoglia backup Mojave

2. Navigando dal Finder

Collegato l’hard disk di backup al Mac, bisogna aprire una finestra del Finder e selezionare il disco dalla colonna laterale. All’interno dell’hard disk di Time Machine c’è una cartella chiamata Backups.backupdb, apritela e ne troverete un’altra con il nome del vostro computer. All’interno di quest’ultima ci sono una infinità di cartelle contrassegnate da date, premete la combinazione ⌘-2 per disporre la cartella in modalità vista elenco, cercate e aprite la cartella che si chiama Latest che include l’ultimo backup effettuato.

Time Machine Mojave

Entrambi i sistemi sono validi, ma il primo è più pratico perché permette di scorrere velocemente la varie versioni di un file con la linea del tempo laterale, mentre per fare la stessa cosa con il secondo sistema bisogna ogni volta aprire la cartella del backup con la data precedente.

Quali documenti si possono copiare

Applicazioni

Le applicazioni vanno installate manualmente, quelle comprate dal Mac App Store si possono scaricare dalla sezione Acquistati, per tutte le altre bisogna fare riferimento al sito dello sviluppatore. Prima di procedere con l’installazione pulita, annotavi da qualche parte i seriali dei software.

Documenti Home

Per le cartelle che si trovano nella Home (la cartella con il vostro nome utente che ha l’icona di una casetta) dovete copiare i file che si trovano nella cartella e non direttamente la cartella perché ha dei pressi differenti. In pratica, se desiderate recuperare tutti i contenuti che si trovano in Documenti, dovete aprite la cartella, e selezionate i documenti che vi interessano.

Librerie

La libreria di iPhoto o Foto si trova in Home/Immagini

La libreria di iTunes si trova in Home/Musica (bisogna copiare l’intera cartella iTunes).

Tag: ,

Argomento: Mac

Commenti (23)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Chris ha detto:

    Puntuale come sempre.

  2. Luca Di Gialleonardo ha detto:

    Scusa, ma ho bisogno di una conferma. Posso avviare questa procedura senza scaricare e installare prima Catalina, perché ci pensa il sistema a scaricarlo e installarlo quando faccio Reinizializzazione macOS? Una volta fatta l’installazione e collegato il computer a un mio account iCloud, dovrebbe riscaricare in automatico tutti i documenti e la libreria Foto, giusto? Grazie!

    • Stefano Donadio ha detto:

      Si, a patto ovviamente che già adesso sia attivato sul Mac la Libreria iCloud di Foto e l’opzione Documenti e Scrivania di iCloud.

      • Luca Di Gialleonardo ha detto:

        Ottimo, ci ha messo un po’ e ho dovuto fare un riavvio, ma alla fine i miei file su iCloud sono tornati sul Mac. L’unica cosa che non funziona come prima (ma non ricordo come prima lo avessi fatto) è che sul vecchio os facevo il login con le credenziali dell’ID Apple, ora uno la password specifica dell’utente sulla macchina. Niente di importante, ma non ricordo come si era impostata questa cosa.

  3. Marco ha detto:

    Ho seguito l’articolo passo passo ma il Mac mi ha reinistallato da capo Mojave.
    Dove avrebbe dovuto darmi la possibilità di selezionare Catalina ?

    • Stefano Donadio ha detto:

      Secondo me non hai premuto il tasto opzione (⌥) oppure il Mac non è compatibile con Catalina.

      Queste sono le combinazioni da tenere premute a seconda dei casi (dal Supporto Apple):

      Comando (⌘)-R
      Installa la versione più recente di macOS installata sul Mac.

      Opzione-⌘-R
      Esegui l’aggiornamento alla versione di macOS più recente compatibile con il Mac.

      Maiuscole-Opzione-⌘-R
      Installa la versione di macOS fornita con il Mac o la versione più vicina ancora disponibile.

  4. Enrico R ha detto:

    Ciao, io ho fatto installazione pulita di Catalina ma credo che sia andato storto qualcosa. Ho inizializzato come al solito, ho installato ed è andato tutto ok finché mi sono accorto che mi ha diviso l’hd in 3, mi ritrovo con 3 partizioni una chiamata Macintosh DH con 10GB utilizzati e 2 nominate Macintosh HD-Dati con la prima 16,34 e la seconda 28,46 GB utilizzati. Di conseguenza mi ritrovo con 60 GB disponibili avendo il Mac quasi vuoto. Potresti gentilmente darmi una mano per portare tutto alla normalità? Grazie

  5. Marco ha detto:

    Buonasera , io ho fatto l’aggiornamento da Mojave a Catalina, ed ora il mac non si avvia piu , mi ritrovo con una sola partizione da 1gb su un hardisk da 500gb sdd . Come posso fare per risolvere

    • Stefano Donadio ha detto:

      Che procedura hai seguito per effettuare l’installazione pulita?

      Segui le istruzioni di questo articolo e riformatta il disco di avvio eliminando prima le partizioni.

      • Marco ha detto:

        Ho eseguito il semplice aggiornamento. Il problema e che adesso non ho una copia di Catalina o Mojave per fare un installazione da zero, e non posso nemmeno scaricarlo visto che il mac non funziona

        • Stefano Donadio ha detto:

          La procedura descritta in questo articolo serve proprio per i casi come il tuo. Spegni il Mac con il pulsante d’accensione. Poi riaccendilo tenendo premuto Opzione-Comando-R e segui le istruzioni, ti serve solo un collegamento internet, meglio se via Ethernet.

          • Marco ha detto:

            Ho provato a fare come mi hai detto, adesso mi ritrovo con una cartella con un punto interrogativo che lampeggia, ho fatto un video ma non so come inviarlo

            • Stefano Donadio ha detto:

              Spegni il Mac forzando la chiusura se necessario, riavvialo tenendo premuti ⌘-R, quando visualizzi Utility macOS, in alto a sinistra seleziona Utility macOS/Esci da Utility macOS, e poi seleziona “Scegli disco d’avvio” dalla finestra che appare. Seleziona l’hard disk con macOS 10.15 e se non funziona, dimmi quanti hard disk vedi e cosa c’è scritto per ognuno sotto.

  6. wall67 ha detto:

    Ciao Stefano, stasera ho formattato il mio iMac (dopo 4 anni) e ti volevo chiedere il perché di una creazione da parte del sistema operativo (Catalina) di un secondo hd chiamato Macintosh hd dati, oltre a quello diciamo già esistente che si chiama Macintosh hd. Nel fare il bcc up con time machine mi comunica un errore che dice di trovare due hd che hanno lo stesso nome ed uno dei due deve essere rinominato. Grazie in anticipo per l risposta.

  7. iNick ha detto:

    Ciao! Ho seguito scrupolosamente il tuo articolo e ho fatto l’installazione da zero. Tuttavia ho dovuto rifare l’installazione pulita due volte per problemi con la suite Adobe, ma alla seconda configurazione di Catalina non mi ha richiesto di impostare Apple Pay e alla fine di tutto non mi ha risincronizzato gli account mail di Google (alla prima lo aveva fatto). Ho sbagliato qualcosa? Devo rifarla ancora una volta? Per il resto tutti i passaggi erano gli stessi (Ehi Siri, Touch ID, ecc). Inoltre a questo giro diverse app come Quicktime e Dizionario sono state inserite dentro “Altro” in Launchpad, mentre alla prima erano fuori. Spero tu possa aiutarmi, grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *