Moof! Il lato oscuro dell’informatica fa le cose in grande

29 giugno 2018 ore 08:18 | di | 8 commenti

Surface Connect USB C Adapter

Gli utenti del lato oscuro dell’informatica che hanno preferito la “flessibilità” del Surface Pro e Surface ai MacBook Pro di Apple, per collegare un dispositivo USB-C al loro portatile devo acquistare il Surface Connect to USB-C Adapter, un adattatore che costa $80, è grande come l’alimentatore del Surface è richiede un alimentatore esterno delle stesse dimensioni.

E pensare che in molti ritengono sia fastidioso dover comprare adattatori per MacBook e MacBook Pro autoalimentati che generalmente entrano nel taschino piccolo del jeans e che costano pochi Euro (immagine a destra).

Moof! è una rubrica di Spider-Mac in cui trovate brevi pensieri, URL cui andare per documentarvi meglio, un software da scaricare, insomma tante piccole cose che hanno sempre a che fare con il mondo Apple, ma raccontate in un articolo “leggero” che può essere uno spunto di riflessione o di polemica, una provocazione.

Approfondimenti: , ,

Argomento: Moof!

Commenti (8)

RSS commenti

  1. Glauco Silvestri ha detto:

    Forse il motivo è che gli adattatori di Apple sono talmente piccoli che è facile perderli senza accorgersene. Mentre quelli per il Surface… 😀

  2. ilfolle ha detto:

    se da questo lato hai ragione stefano 🙂

  3. Massimo ha detto:

    Sono un devoto Apple user, però… A voler essere onesti questo surface pro dovrebbe essere comparato con l’iPad Pro, non con ì MacBook Pro (per form factor e prezzo). È vero che MS lo pubblicizza come un portatile a tutti gli effetti… Però pure Apple pretende di convincerci che un iPad Pro può sostituire un vero computer(!?). E ad essere ancora onesti, almeno con 80$ una USB C a sto coso la puoi attaccare, ad un iPad Pro, pure con un adattatore, una volta che l’hai attaccata non ci fai nulla. My2cents

    • danicanti ha detto:

      Senza contare che l’adattatore serve ad attaccare l’USB-C al connettore proprietario di Microsoft, mentre fortunatamente esiste una fantastica porta USB classica a cui probabilmente basta inserire un adattatore USB-C da pochi euro, anche se non avendo provato non ne sono sicuro.
      Anche a volerlo comparare ad un MacBook Pro, non mi sembra che in quanto a porte disponibili si possano proprio fare confronti in ogni caso…

      • Stefano Donadio ha detto:

        @ danicanti: se colleghi un dispositivo USB-C ad una porta USB-A (classica) con un adattatore, la periferica USB-C andrà alla velocità della porta USB-A.

        L’adattatore da $89 di Microsoft aggiunge una porta USB-C ai Surface.

    • Stefano Donadio ha detto:

      Microsoft propone di collegare dispositivi USB-C al Surface, e per farlo bisogna dotarsi di questo assurdo adattatore.

      Apple sostiene che l’iPad può sostituire un Mac fino ad un certo punto, ed uno di questi punti è che se ti servono periferiche USB-C allora devi prendere un MacBook. Quindi, Apple non lo propone proprio l’adattatore USB-C per iPad.

      Se poi prendi un MacBook e ti serve una periferica USB-A, allora Apple ti propone un adattatore tascabile.

      In ogni caso, credo che tutti possono concordare che la soluzione di Microsoft sia decisamente poco pratica, se non proprio goffa o se vogliamo fare una battuta, è una soluzione alla Microsoft.

      • Ferdinando ha detto:

        Confermo, da possessore di:
        -Macbook Pro 2016 (super-soddisfatto)
        -Surface Pro 4 + tastiera
        -Supermegadock Microsoft per avere altre porte dal peso di 4 volte l’alimentatore e dalla dimensione di due volte quest’ultimo.

  4. Barbarroja ha detto:

    Esattamente una soluzione stile zune

Aggiungi un commento