Intel abbandona ufficialmente il mercato dei modem 5G per smartphone

| 17 aprile 2019 | 0 commenti

Intel-logo

Quasi contemporaneamente all’annuncio dell’accordo tra Apple e Qualcomm, che pone fine a tutte le controversie legali tra le due società, e stabilisce la fornitura pluriennale dei modem per iPhone, Intel ha fatto sapere che non è più interessata allo sviluppo dei modem 5G per smartphone, e che concentrerà i suoi sforzi su questa tecnologia per le relative licenze, dispositivi wireless smart e infrastrutture.

Non è chiaro se la decisone di Intel sia una conseguenza dell’accordo tra Apple e Qualcomm, che di fatto l’ha privata dell’unico cliente che poteva giustificare gli ingenti investimenti necessari per sviluppare il modem 5G per smartphone oppure se questa scelta era maturata prima, e Cupertino preventivamente informata sia stata costretta a raggiungere un accordo con Qualcomm.

Del resto, fin dall’inizio la controversia tra Apple e Qualcomm si è rivelata controproducente per gli iPhone. I modem di Qualcomm si sono dimostrati sempre superiori in termini di prestazioni rispetto a quelli Intel. Nel 2017 Apple ha commercializzato gli iPhone con tre differenti modem, uno Intel destinato alla maggior parte dei mercati, uno Qualcomm per Stati Uniti, Australia, Cina, e India, ed un terzo sempre con modem Qualcomm configurato appositamente per la rete LTE giapponese. Ma, dal momento che il modem Intel utilizzato da Apple sugli iPhone 8/8Plus e l’iPhone X non supportava né MIMO 4×4, né LAA, queste tecnologie sono state disabilitate sugli iPhone con modem Qualcomm.

Nel 2018, con una delle sue pubblicità comparative, Samsung aveva preso in giro i nuovi iPhone X proprio per via della velocità di download, di gran lunga inferiore a quella del Galaxy S9.

A tutto questo si aggiunge che Intel aveva già fatto sapere di essere in ritardo con lo sviluppo del modem 5G per smartphone, e la data di rilascio era stata spostata dal 2020 al 2021, mentre già quest’anno numerosi concorrenti di Apple lanceranno sul mercato smartphone con modem 5G di Qualcomm.

È probabile, quindi, che Apple abbia deciso di non correre inutili rischi e scelto il male minore, cioè l’accordo con l’odiatissima Qualcomm. 

Tag: , , , ,

Argomento: Varie dalla Rete

Aggiungi un commento