Apple ha già chiuso la falla Zombiload dei processori Intel

| 15 maggio 2019 | 6 commenti

ZombiloadZombiload è il nome di una nuova vulnerabilità che, come i famigerati Meltdown e Spectre, affligge tutti i chip Intel di ottava e nona generazione, e potrebbe permette ad un pirata informatico di rubare dati sensibili direttamente dal processore.

La buona notizia è che Apple ha già risolto questo problema con il rilascio degli aggiornamenti macOS 10.14.5, Security Update 2019-003 (High Sierra) e Security Update 2019-002 (Sierra) per Mojave, High Sierra e Sierra, rispettivamente.

Anche se Intel ha avvisato che le sue patch hanno un impatto sulle prestazioni di circa il 3%, la soluzione di Apple per chiudere questa falla, tramite Javascript di Safari, non comporta alcun rallentamento sui Mac. Cupertino ha anche pubblicato un articolo in cui descrive come funziona Zombiland.

I processori AMD e anche quelli ARM (dispositivi iOS e Apple Watch) sono immuni da questa vulnerabilità.

Tag: , ,

Argomento: Mac

Commenti (6)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Massimiliano ha detto:

    Ho letto sul articolo  che hai linkato che volendo mitigare completamente la falla si rischia un calo delle prestazioni del mac del 40% circa. Stefano, tu cosa consigli?

Aggiungi un commento