Accade oggi: John Sculley, colui che osò cacciare Steve Jobs, viene licenziato da Apple

| 15 ottobre 2019 | 0 commenti

15 ottobre 1993 John Sculley, il CEO di Apple che è passato alla storia per essere stato colui che osò cacciare Steve Jobs, viene licenziato. Fu la naturale conseguenza dell’ultimo trimestre che fece registrare un calo dei profitti pari al 97% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Ma fu un addio dorato, infatti Sculley ottenne $1 milione come indennità di licenziamento, $2,4 milioni in stock options, un onorario come consulente per un anno di $750.000, l’impegno di Apple di acquistare la sua villa da $4 milioni e il jet Lear da $2 milioni. Totale circa 10 milioni di dollari di buona uscita.

Sculley fu chiamato a dirigere Apple nel maggio del 1983 direttamente da Steve Jobs, diventando così il terzo CEO di Cupertino dopo Mike Scott e Mike Markkula.

Secondo una leggenda, Jobs convinse Sculley, CEO di Pepsi Cola, a lavorare in Apple con la famosa frase “Vuoi passare il resto della tua vita a vendere acqua zuccherata o vuoi la possibilità di cambiare il mondo?”

Sculley Jobs

Inizialmente, l’idea di Jobs, che era presidente di Apple, era di gestire l’azienda mano nella mano con Sculley. Tuttavia, le tensioni tra i due determinarono il clamoroso licenziamento di Jobs, dopo il fallimento della “trappola cinese” che avrebbe dovuto consentire a Jobs di destituire Sculley inviato con una scusa in Cina.

Ma, Sculley è ricordato anche per un altro “fattaccio”: fu l’artefice di un clamoroso svantaggiosissimo accordo per Apple che di fatto permise a Bill Gates di copiare il sistema operativo del Macintosh. E proprio in virtù di questo scellerato accordo Apple perse la causa intentata qualche anno più tardi contro Microsoft, che con Windows 2.0 aveva spudoratamente copiato ben 189 elementi di Mac OS (che allora si chiama semplicemente System).

John Sculley è considerato un CEO dei numeri, anche se in realtà tentò di lanciare sul mercato un dispositivo visionario come il Newton, che Steve Jobs decise di non sviluppare più quando ritornò alla guida di Apple nel 1997.

Sculley Newton

Tag: , , ,

Argomento: Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *